GIORGIA BELTRAMI

 

ARTISTA

Nata a Reggio Emilia (1969)  Vive e lavora a Rubiera (RE)  

 

Esordisce nel mondo artistico con la prima personale pubblica curata da Marinella Paderni in collaborazione con la Galleria Annovi ne 2003 con un ciclo di opere sull' identità, una riflessione sull' appartenenza strettamente legata al paese dell'autrice. Continua la sua ricerca con altri cicli di lavori di preferenza legati all' identità e al territorio.

Collabora con gallerie sul territorio nazionale con mostre personali, Il pensiero Naturale da Tiziana Severi arte contemporanea, Linea d’Emozione da Nuovo Spazio Artecontemporanea, Relicta da Galleria delle Battaglie, I sentieri della vita da Bianca Maria Rizzi, Kairos da Galleria Radar, Giorgia Beltrami da Galleria Nuova Artesegno o Spaesamenti a Galleria Radium Artis. Partecipa a importanti fiere d’arte come Art Verona, KunStart Art, Arte Piacenza, Arte Contemporanea e Moderna Roma, BAF Bergamo, Flash Art Fire Bologna, Expoarte Montichiari, Imagina Reggio Emilia, Arte Cremona.

Partecipa alla 54° Biennale di Venezia del 2011 in una mostra organizzata da Vittorio Sgarbi al Palazzo delle Esposizioni a Torino. Nel 2008

Negli anni espone in varie occasioni le sue opere in spazio prestigiosi dedicati al mondo dell'arte, come la Permanente di Milano, l'arsenale di Venezia - Tese di San Cristoforo, il Museo Civico Giovanni Fattori ex Granai di Villa Mimbelli, il Museo Civico della Città di Chiari, la Biblioteca Classense d Ravenna, il Palazzo delle Miniere di Primiero, i Bottini dell’Olio di Livorno, la Mole vanvitelliana ad Ancona, l’Ospitale di Rubiera, Palazzo Frisacco a Tolmezzo, la Torre Medioevale a Moggio Udinese, alla Polveriera Napoleonica a Palmanova, al Castello di Montecchio.
Vince il premio speciale del Premio Artemisia esposto alla Mole Vanvitelliana ad Ancona e si classifica finalista a diversi premi riconosciuti come il Premio Arte Laguna, il Premio Combat, il Premio Arte.
Hanno scritto del suo lavoro svariati critici d'arte, tra questi: Francesca Baboni, Beatrice Buscaroli, Chiara Canali, Valerio Deho, Marinella Paderni, Stefano Taddei, Alberto Zanchetta.
 

 

Giorgia Beltrami was born in Reggio Emili in 1969. She lives and works in Rubiera (RE).

She made her debut in art word with her first personal exibition by Marinella Paderni in collaboration whit Galleria Annovi in 2003 whit a series of works over identity, a reflection over membership closely linked to the country of the author. She continued her research with other cycles work preferably related to identity and her love for the area.

She collaborates with galleries in Italy with solo exhibitions, Il pensiero Naturale da Tiziana Severi arte contemporanea, Linea d’Emozione da Nuovo Spazio Artecontemporanea, Relicta da Galleria delle Battaglie, I sentieri della vita da Bianca Maria Rizzi, Kairos da Galleria Radar, Giorgia Beltrami da Galleria Nuova Artesegno o Spaesamenti a Galleria Radium Artis.

Participates in important art fairs such as Art Verona, KunStart Art, Arte Piacenza, Arte Contemporanea e Moderna Roma, BAF Bergamo, Flash Art Fire Bologna, Expoarte Montichiari, Imagina Reggio Emilia, Arte Cremona.

She takes part in the 54° Venice Biennale in 2011 in an exibition organized by Vittorio Sgarbi at the Palazzo delle Esposizioni in Turin.

Over the years, she exhibited her works in prestigious spaces dedicated to the art world such as la Permanente di Milano, l'arsenale di Venezia - Tese di San Cristoforo, il Museo Civico Giovanni Fattori ex Granai di Villa Mimbelli, il Museo Civico della Città di Chiari, la Biblioteca Classense d Ravenna, il Palazzo delle Miniere di Primiero, i Bottini dell’Olio di Livorno, la Mole vanvitelliana ad Ancona, l’Ospitale di Rubiera, Palazzo Frisacco a Tolmezzo, la Torre Medioevale a Moggio Udinese, alla Polveriera Napoleonica a Palmanova, al Castello di Montecchio. and collaborates with galleries throughout the country whit personal and group exhibitions, participatingwhit them at art fairs such ad Art Verona.

In 2008 she won the special award of the Artemisia Prize exposed in Mole Vanvitelliana in Ancona and she was a finalist for several awards recognized ad the Arte Laguna Prize, the Combat Prize and the Art Prize. Some art critics have written about her work, between which we con mention: Francesca Baboni, Beatrice Buscaroli, Chiara Canali, Valerio Deho, Marinella Paderni, Stefano Taddei, Alberto Zanchetta.